Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel

La geometria del centro e la stravaganza dell’analogia. Originalità e tradizione nel carme 68A di Catullo

Gli aspetti formali e simbolici della struttura concentrica; i nessi paradossali di paragoni e similitudini in alcune odi pindariche e nel carme catulliano. Saggio per il convegno Retorica semitica e oltre della Società Internazionale per lo Studio della Retorica Biblica e Semitica, Pontificia Università Gregoriana, Roma 2010.

Sommario
  1. La struttura concentrica nel carme 68A (o 68B) del liber catulliano
  2. Per una storia di una parola misterica e polisemica: omfalòs
    • Umbilicus, l’origine della vita, ma anche del libro (ossia del rotolo papiraceo)
    • Centro
      1. di scudo (l’umbone), di armata, di rosa, di volta d’arco;
      2. del mare — Ogigia, l’isola di Calipso, Od. I, 50;
      3. del mondo — Delfi, omfalòs tou kòsmou —; umbilicus Romae;
      4. del nòmos terpandreo, ossia di un componimento cantato su un nucleo melodico tradizionale. Terpandro e il senso arcaico della musica: immagine dell’armonia cosmica
      5. delle odi pindariche
  3. L’ omfalòs del carme 68A
  4. L’alternanza analogica di mitico e biografico; di eroi e dell’ego dell’autore
  5. Antitesi e funzione paradossale della divergenza delle analogie verso la struttura concentrica, o meglio la funzionalità narrativa dei paragoni colossali e la stravagante incongruità delle similitudini di dettaglio
Geometria del centro e stravaganza della analogia-Saggio.pdf
You are here Lett. latina e comparata Saggi La geometria del centro e la stravaganza dell’analogia. Originalità e tradizione nel carme 68A di Catullo